Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicit� Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
La ballata del programmatore
Scritto da Filippo Fadda il 22-01-2008 ore 16:32
Qualche anno fa un certo Enrico Colombini riadatt il testo di una famosa canzone di Fabrizio De Andr. Si tratta di una riedizione de "Il pescatore", dove il soggetto per in questo caso il programmatore. Ne scrissi a proposito nell'ottobre del 2004, quando per non era disponibile nessuna versione cantata, auspicando che qualcuno si prendesse l'impegno di mettere in musica il testo di Colombini, proprio sulla base della musica di De Andr.

Giusto oggi mi giunta la segnalazione di un lettore, Marco Di Francesco, che si occupato dell'arrangiamento e dei cori. Il testo de "La ballata del programmatore", stracolma di verit, sempre quello di Colombini, mentre la voce di Domenico Agostino.

I pi sinceri complimenti ai ragazzi, non possono che venire da un programmatore con la passione per la pesca, quale io sono.
Precedente: Esploriamo Ubuntu Mobile Embedded (2/2)
Successiva: Sicurezza e riservatezza insieme in un chip
Intervento di capotribu del 03-11-2004 ore 00:18
Cavaliere
Cavaliere

(193 interventi)
Iscritto il 16-09-2004
Davvero carina :-)
Intervento di Antonio Pennino a.k.a. ilpennuto del 22-01-2008 ore 18:49, Capriate san gervasio (BG)
Plebeo
Plebeo
(2 interventi)
Iscritto il 08-11-2007
UN CERTO Enrico Colombini? Stiamo scherzando?
IL FAMOSO Enrico Colombini, vorrai dire!!

Erano i primissimi anni 80, io avevo poco piu' di 20 anni e il buon Enrico dava prova di se scrivendo eccellenti articoli su BIT (rivista italiana ormai defunta).
Intervento di Filippo Fadda a.k.a. dedalo del 22-01-2008 ore 18:57, Capriata d'orba (AL)
Duca
Duca

(1994 interventi)
Iscritto il 03-04-2001
Citazione:
UN CERTO Enrico Colombini? Stiamo scherzando?
IL FAMOSO Enrico Colombini, vorrai dire!!

Erano i primissimi anni 80, io avevo poco piu' di 20 anni e il buon Enrico dava prova di se scrivendo eccellenti articoli su BIT (rivista italiana ormai defunta).
Sar che non ho mai letto BIT in tutta la mia vita, forse una volta se la memoria non mi tradisce. Anni '80 gente, io avevo 4 anni negli anni 80. Quando ne avevo 7 mi hanno regalato il Vic20 e non leggevo certo BIT. Perdonatemi. :-)
Intervento di Massimo Mazza a.k.a. banjoman del 22-01-2008 ore 21:36, Mandatoriccio (CS)
Barone
Barone

(294 interventi)
Iscritto il 13-03-2005
Ho letto il testo della canzone.
Io canto e suono molte song di De Andre' (che tra l'altro conobbi personalmente).
La metrica della canzone proposta e' orrenda, nel senso che occorre fare acrobazie con la pronuncia per farla rientrare nel tempo della canzone "Il pescatore".
De Andre' era anche un poeta/cantautore, nel senso che le sue canzoni, a cantarle, sgorgano spontaneamente dalla bocca assumendo con naturalezza e fluidita' il ritmo della musica. Non tutti possono essere autori di testi per musica (e io in italiano non lo sono affatto, io canto blues sorry).
Cmq carino il risultato. Quasi quasi mi viene da limarla e correggerla per renderla piu' fluida e meno aspra.

Nel 1982 io ero un metallaro e andavo ai concerti degli AC/DC e degli Iron Maiden. Nel 1978 pasticciavo col Commodore PET2001 e il Tandy Radio-Shack TRS-80 e mi masturbavo con l'appleII gh

Max Banjoman
Intervento di Andrea Del Bene a.k.a. bitstorm del 22-01-2008 ore 22:28, Pesaro (PU)
Conte
Conte

(625 interventi)
Iscritto il 14-03-2006
Citazione:
...
Nel 1982 io ero un metallaro e andavo ai concerti degli AC/DC e degli Iron Maiden. Nel 1978 pasticciavo col Commodore PET2001 e il Tandy Radio-Shack TRS-80 e mi masturbavo con l'appleII gh

Max Banjoman

OHIBBOoo ohibb! Che confessione piccante! Sar ma io ho iniziato direttamente con Pamela Anderson :)...
Intervento di Alessandro Carichini a.k.a. alexsoft del 23-01-2008 ore 10:38, Rimini (RN)
Cavaliere
Cavaliere

(144 interventi)
Iscritto il 18-10-2004
Citazione:
La metrica della canzone proposta e' orrenda, nel senso che occorre fare acrobazie con la pronuncia per farla rientrare nel tempo della canzone "Il pescatore".

Hai ragione solo se a mo'di karaoke metti la base e ci canti sopra questo testo, con l'arrangiamento modificato fila via abbastanza bene... un po' quello che fa Stefano Nosei quando fa la parodia delle canzoni mettendo in metrica delle frasi che reggono solo grazie al suo accompagnamento con la chitarra.
Intervento di pierreee del 23-01-2008 ore 15:32
Barone
Barone

(208 interventi)
Iscritto il 03-03-2005
Citazione:
Citazione:
...
Nel 1982 io ero un metallaro e andavo ai concerti degli AC/DC e degli Iron Maiden. Nel 1978 pasticciavo col Commodore PET2001 e il Tandy Radio-Shack TRS-80 e mi masturbavo con l'appleII gh

Max Banjoman

OHIBBOoo ohibb! Che confessione piccante! Sar ma io ho iniziato direttamente con Pamela Anderson :)...

Io sono dei tempi di Sabrina Salerno :)

E comunque Spectrum 48k a vita!
Intervento di Giuseppe Borgese a.k.a. pippopeppe83 del 31-01-2008 ore 14:42, Valverde (CT)
Plebeo
Plebeo
(1 intervento)
Iscritto il 10-01-2006
Secondo me favolosa ... diventer il mio inno della programmazione. La sto diffondendo tra tutti i miei colleghi universitari. Complimenti a chi l'ha scritta e chi l'ha cantata.
Intervento di Enrico Guglielmi a.k.a. bergerac del 06-02-2008 ore 08:22, Genova (GE)
Plebeo
Plebeo
(2 interventi)
Iscritto il 10-03-2006
Molto bella, e non sono d'accordo con chi critica la metrica. Mi sembra perfettamente cantabile anche sul ritmo originale.
Questo mi riporta alla mia infanzia programmativa, e ad una vecchia ballata che scrissi tanto tempo fa...
Il lamento del programmatore solitario

Poter riprogrammare i tuoi neuroni
Nel codice scoprire dove sta
La routine che gestisce le passioni
Del cuore tuo, per cancellarne il bug

Che ti impedisce di volermi bene
Guardarmi con la luce che vorrei
Togliere dal tuo main la protezione
Che mantiene a distanza i sogni miei

Io, grande costruttore di Archimede
Che dico, il suo demiurgo, anzi il suo Dio
Non procedura, ma un dogma, una fede
(peccato che lo dica solo io)

Certo saprei correggere lerrore,
Cobol o Java il codice che sia,
Collegarmi come amministratore
Dellanima tua dolce, e farla mia

Ma, incredibile, proprio qui non trovo
Il tool per editarti e compilare
Per passare il parametro mio nuovo
Alla tua classe, al metodo di amare

Ha una morale questa filastrocca
inutile, dannosa ed anche sciocca
Lidea di andare a scriver nelle menti
Non passando attraverso i sentimenti

Cos, amor mio, la tua luce infinita
Non sapr illuminare la mia vita
Sarai riformattata dalloblio
E il tuo software non (chi)amer mai il mio
Intervento di Marco Zordan a.k.a. customsoft del 06-02-2008 ore 10:03, Arzignano (VI)
Cavaliere
Cavaliere

(106 interventi)
Iscritto il 14-02-2002
Citazione:
Secondo me favolosa ... diventer il mio inno della programmazione. La sto diffondendo tra tutti i miei colleghi universitari. Complimenti a chi l'ha scritta e chi l'ha cantata.

Sottoscrivo ogni parola ... tranne universitari :-)
Copyright Programmazione.it™ 1999-2017. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.185 secondi.