Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicità Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
OpenOffice.org: ecco la release 3!
Scritto da Alessandro Carichini il 15-10-2008 ore 07:03
Seminario Intel
In leggero ritardo sulla tabella di marcia è finalmente uscita la definitiva release 3 di OpenOffice.org e, sebbene il look-and-feel sia il medesimo della versione precedente - a parte la splash page e il restyling di qualche icona - sotto il cofano ci sono parecchie novità interessanti a partire dal tanto atteso riconoscimento dei formati Open XML di Microsoft Office (2003 e 2007) e ad una maggiore velocità nel caricare in memoria le singole applicazioni (Writer, Calc, Impress, Draw, Base e Math) senza il bisogno di mantenere il QuickStart nella icon tray.

<center>[img=http://www.alessandrocarichini.it/images/p.it/openoffice3_splash.jpg][/img]</center>

Cominciamo con l'esaminare il modulo Writer (Documento di Testo): a parte la barretta per impostare il livello di zoom direttamente dal mouse, c'è la possibilità di visualizzare le note inserite in un'apposita colonna a latere della pagina. Questo permette una gestione molto più collaborativa delle note con la possibile formattazione tipografica del contenuto come se fosse un comune testo del documento. Un altro miglioramento riguarda l'inserimento di riferimenti incrociati, che possono essere presi anche dalla lista delle intestazioni presenti all'interno del documento stesso.

<center><img src="http://www.alessandrocarichini.it/images/p.it/openoffice3-1.jpg" width="600"></center>

I miglioramenti in Calc (Foglio Elettronico) sono molteplici anche se poco appariscenti (a parte il colore dell'intestazione delle celle e delle righe evidenziate) e riguardano un maggiore supporto alle macro VBA, un nuovo modulo per la risoluzione dei problemi di programmazione lineare e l'inserimento, all'interno di un grafico, delle barre di errore per definirne l'incertezza in stile “forchetta” dell'exit pool. C'è poi l'incremento del numero di colonne disponibili per ogni foglio di calcolo (fino a 1024), un po' eccessivo se si considera che il numero di righe disponibili è ancora fissato alle 65536. Sarei curioso di vedere uno spreadsheet che ha veramente bisogno di così tante colonne e così poche righe.

Un'altra funzionalità molto pubblicizzata, ma ancora in fase beta, è l'importazione e modifica dei file PDF. Si tratta dell'estensione Sun PDF Import (SPI), che per il momento va installata a parte ed utilizzata all'interno del Draw (Disegno) o di Impress (Presentazione). Non aspettatevi chissà quali funzionalità anche se l'operatività di base, come la modifica del testo e l'inserimento delle classiche figure geometriche presenti nella barra degli strumenti, è più che discreta.

Creando delle slide con Impress notiamo l'aumento del numero degli effetti di animazioni e finalmente la possibilità di inserire delle tabelle native senza doverci appoggiare a programmi esterni. Sarà forse di poco impatto visivo, ma a mio avviso questa nuova release ha parecchia sostanza sotto e il fatto di riproporre la medesima interfaccia anni'90 non la trovo una scelta così anacronistica. Soprattutto se l'evoluzione ha le sembianze dell'interfaccia 2007 di Microsoft Office. Perché costringere un utente comune a dover riapprendere l'operatività di base di un prodotto che conosce da tanto tempo, solo per un vezzo estetico della software house produttrice?
Precedente: L'effetto pinball nei dispositivi nanotecnologici
Successiva: Servizi di storage online: una breve analisi (3/3)
Commenti:  Primi  «  Meno recenti  «  31 - 33 di 33
Intervento di Andrea Del Bene a.k.a. bitstorm del 11-11-2008 ore 12:25, Pesaro (PU)
Conte
Conte

(625 interventi)
Iscritto il 14-03-2006
Citazione:
Facciamo che dalla 3 è diventato usabile, e sono con te. :D

Si forse mi sono sbilanciato troppo :-), facciamo dalla 2.4 "punto qualcosa"
Intervento di Paolo De Nictolis a.k.a. natasha del 11-11-2008 ore 21:28, Tramutola (PZ)
Duca
Duca

(2051 interventi)
Iscritto il 23-05-2005
Citazione:
beh, ma ci sono pure le schifezzuole a pagamento...

Ovvero, Zero Zero punto zero quando perdi tre anni per lanciarlo in esecuzione, e trenta a recuperare dall'immancabile crash
Citazione:
Oltre tutto questa falsa propaganda "usi office" -> sei un'azienda vincente, "non usi office" -> sei destinato al fallimento che tu continui a proporre a intervalli regolare nei tuoi post sta diventando un po' fastidiosa e discriminatoria.

E già, perchè fra le Fortune 500, Zero Zero punto zero è molto in voga... vallo a dire ai professionisti, che esistono "alternative" ad Office.
Però portati i tappi per le orecchie, sennò il fragore delle risate ti causerà lesioni permanenti :)

Anzi, vai in teleconferenza half-way, ed al momento della loro risposta, installagli Zero Zero punto zero in remoto.... se hanno un antivirus da poco, che non glielo sega all'istante (come si compete ad ogni malware del calibro di Zero Zero punto zero, prende il nome dalla diffusione non dall'utilità, perchè se valesse zero, sarebbe già un miglioramento ad infinite cifre percentuali rispetto ai danni che provoca), come la cloaca Sun si avvicina a meno di mille km da uno dei loro PC, gli distrugge tutto il sistema informativo, e sei salvo.
Fino al momento in cui non ti suiciderai auto-infestandoti con Zero Zero punto zero, si capisce.
Intervento di Domenico Sgarbossa a.k.a. sbraaa del 12-11-2008 ore 08:59, Padova (PD)
Nobile
Nobile
(93 interventi)
Iscritto il 29-03-2002
Citazione:
E già, perchè fra le Fortune 500, Zero Zero punto zero è molto in voga... vallo a dire ai professionisti, che esistono "alternative" ad Office.
Però portati i tappi per le orecchie, sennò il fragore delle risate ti causerà lesioni permanenti :)

Anzi, vai in teleconferenza half-way, ed al momento della loro risposta, installagli Zero Zero punto zero in remoto.... se hanno un antivirus da poco, che non glielo sega all'istante (come si compete ad ogni malware del calibro di Zero Zero punto zero, prende il nome dalla diffusione non dall'utilità, perchè se valesse zero, sarebbe già un miglioramento ad infinite cifre percentuali rispetto ai danni che provoca), come la cloaca Sun si avvicina a meno di mille km da uno dei loro PC, gli distrugge tutto il sistema informativo, e sei salvo.
Fino al momento in cui non ti suiciderai auto-infestandoti con Zero Zero punto zero, si capisce.

ossignore... andiamo bene.
allora abbi pazienza, respiro profondo e spiegami:
ho fatto un post solo e non ho neanche nominato OpenOffice.
neanche nominato! Quindi prima di investirmi di tutte queste belle rispostine sarcastiche almeno non sarebbe giusto sentire il mio parere?
Ho esplicitamente affermato che Microsoft Office è indubbiamente leader nelle applicazioni per l'ufficio... cosa ho detto per meritarmi la battutina sulle Fortune 500?

Senza offesa, ma mi vien da chiederti: mangiato pesante? dov'è che ti brucia?

Leggo i tuoi articoli e devo dire che li trovi spesso interessanti. Sono i toni che spesso assumi nelle discussioni che mi innervosiscono!!

Infine (concedimelo ti prego), sarcasmo per sarcasmo, quand'è che passo a prenderti così ci organizziamo a girare per tutte le aziende nel mondo (che non usano Microsoft Office!) ad avvisarle che ormai la chiusura è imminente? ;-)

stiamo calmi va', fossero questi i problemi ;-)
Commenti:  Primi  «  Meno recenti  «  31 - 33 di 33
Copyright Programmazione.it™ 1999-2014. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.211 secondi.