Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicità Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
Windows 7 senza chiave di attivazione
Scritto da Paolo Raviola il 16-11-2009 ore 07:43
Seminario Intel
Com'era prevedibile, gli hacker hanno forzato il meccanismo di attivazione di Windows 7 e di Windows Server 2008 R2. Secondo un articolo di My Digial Life, questo significa che si possono ottenere copie gratis, e ovviamente illegali, dei due sistemi operativi.

A luglio, grazie a un'immagine in formato ISO di un DVD OEM di Lenovo comparsa in un forum cinese, si riuscì ad avere la OEM-SLP key e il certificato di attivazione OEM, che permettevano persino di passare il Windows Genuine Advantage (WGA) offline. Il nuovo metodo è diverso e consiste semplicemente nel rimuovere e disabilitare le Windows Activation Technologies (WAT).

Il funzionamento del crack prevede il blocco dei meccanismi di Software Protection Platform (SPP) e di Software Licensing Client (slc.dll). Disabilitando queste protezioni, il prodotto non richiede più attivazione di sorta, in modo permanente.

Per esempio, i seguenti due comandi limitano l'accesso a WAT:

takeown /F %WINDIR%System32sppcomapi.dll
icacls %WINDIR%System32sppcomapi.dll /deny *S-1-1-0:F

sppcomapi.dll controlla la maggior parte delle funzioni SPP. A questo punto il grace period non riveste più alcuna importanza, anche se il suo valore è 0.

Allo scadere del periodo di valutazione, iniziano tuttavia a comparire degli avvertimenti (nag screen), sotto forma di balloon tip, oppure quando si lancia NotePad, WordPad o Calculator. Comunque gli hacker stanno già realizzando degli strumenti per eliminare queste seccature.

Stupisce che un metodo relativamente semplice permetta la creazione e l'uso di copie piratate. Microsoft potrebbe essersi dimostrata clemente per evitare troppi falsi positivi o lamentele dovute agli errori di attivazione. Un portavoce della compagnia dichiara comunque che il problema è noto e che si sta provvedendo alla sua soluzione; raccomanda inoltre di evitare questo materiale perché, questioni legali a parte, solitamente contiene malware.
Precedente: Accuratezza e affidabilità di Wikipedia, alcuni dati (2/3)
Successiva: Go, il nuovo linguaggio nuovo open source di Google
Intervento di Maurizio Zio a.k.a. ziomaul del 26-11-2009 ore 01:59
Cavaliere
Cavaliere

(121 interventi)
Iscritto il 22-02-2007
Bé i maligni sostengono che è stata la stessa MS che fornisce i crack per evitare una fuga verso altri OS non garantendo più Win di essere un OS della maggioranza.

:D

Ciao
Intervento di Martino Papesso a.k.a. martinoo del 03-01-2010 ore 11:15, Biella (BI)
Plebeo
Plebeo
(2 interventi)
Iscritto il 03-01-2010
per comodità chi volesse quindi attivare il proprio windows 7,può scaricarsi il file da qui :

http://www.martinopapesso.com

senza bisogno di aspettare:il download è immediato.

Ciao
Intervento di Filippo Fadda a.k.a. dedalo del 03-01-2010 ore 19:46, Capriata d'orba (AL)
Duca
Duca

(1985 interventi)
Iscritto il 03-04-2001
Al di là dell'illegalità della procedura, cosa succede con gli aggiornamenti automatici? E' possibile farli oppure una volta fatti il sistema richiede nuovamente l'attivazione?
Se Microsoft è già al corrente della questione è probabile che risolva il problema con i prossimi aggiornamenti e blocchi così le copie pirata.
Intervento di Martino Papesso a.k.a. martinoo del 04-01-2010 ore 10:14, Biella (BI)
Plebeo
Plebeo
(2 interventi)
Iscritto il 03-01-2010
dedalo ha scritto:
Al di là dell'illegalità della procedura, cosa succede con gli aggiornamenti automatici? E' possibile farli oppure una volta fatti il sistema richiede nuovamente l'attivazione?
Se Microsoft è già al corrente della questione è probabile che risolva il problema con i prossimi aggiornamenti e blocchi così le copie pirata.

tranquillo :una volta attivato il tuo windows 7 con il file che scarichi da qui :

http://www.martinopapesso.com

windows 7 scaricherà tutti gli aggiornamenti necessari da internet,basta tu sia connesso ad internet.

Per quanto riguarda la seconda parte del tuo intervento voglio farti una domanda:

perchè dovresti preoccuparti adesso per problemi che potrebbero non doversi mai verificare?

E poi voglio incoraggiarti a non usare copie pirata di windows 7 che non si sa se funzionano o meno. Scaricare il windows 7 originale da internet o fatti prestare un windows 7 originale da un amico e copialo su disco.
Ciao
Intervento di Filippo Fadda a.k.a. dedalo del 04-01-2010 ore 20:01, Capriata d'orba (AL)
Duca
Duca

(1985 interventi)
Iscritto il 03-04-2001
martinoo ha scritto:
perchè dovresti preoccuparti adesso per problemi che potrebbero non doversi mai verificare?
Perché sono lungimirante e so che si verificheranno. :-)
martinoo ha scritto:
E poi voglio incoraggiarti a non usare copie pirata di windows 7 che non si sa se funzionano o meno. Scaricare il windows 7 originale da internet o fatti prestare un windows 7 originale da un amico e copialo su disco.
Ciao
Per copia pirata intendevo questo, una copia per l'appunto illegale. Se avrò bisogno di Windows 7 lo comprerò. Il sistema potrebbe magari essere interessante per provarlo.
Intervento di Maurizio Zio a.k.a. ziomaul del 04-01-2010 ore 21:24
Cavaliere
Cavaliere

(121 interventi)
Iscritto il 22-02-2007
dedalo ha scritto:
Per copia pirata intendevo questo, una copia per l'appunto illegale. Se avrò bisogno di Windows 7 lo comprerò. Il sistema potrebbe magari essere interessante per provarlo.

Prova se riesci ad aggirare il DRM, se no è inutile come OS.

Ciao
Intervento di Filippo Fadda a.k.a. dedalo del 07-01-2010 ore 04:54, Capriata d'orba (AL)
Duca
Duca

(1985 interventi)
Iscritto il 03-04-2001
ziomaul ha scritto:
Prova se riesci ad aggirare il DRM, se no è inutile come OS.
Pure? Quante complicazioni! Devo dire che in realtà mi interessa poco, perché ho comprato un paio di anni fa una licenza di Vista Business a 64 bit che uso per giocare. Per lavoro uso Mac OS X ed una VM con XP, giusto per quelle poche applicazioni che non ho su OS X. Windows 7 al più mi interesserebbe provarlo.
Copyright Programmazione.it™ 1999-2014. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.195 secondi.