Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicità Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
Google fa la spesa: l'appetito vien mangiando
Scritto da Davide Panceri il 01-09-2010 ore 09:34
Intel Parallel Studio XE 2015
Da qualche giorno è possibile ripercorrere, grazie a una pagina web costituita da una lunga immagine — peso 500 KB e dimensioni 848x5302 — l'attività alquanto frenetica di Google nelle acquisizioni di società collegate ai suoi interessi sempre crescenti, e quindi praticamente in tutti i settori dello scibile e del vendibile (o almeno sponsorizzabile) umano. L'indirizzo del sito dove si trova questa particolarissima immagine, un incrocio tra informazione visuale e installazione artistica, corrisponde al discretissimo dominio Scores.org, il cui proprietario, che evidentemente tiene molto alla riservatezza, si è rivolto per la gestione a un'agenzia specializzata in Private Registration, con marchio (a sua volta) registrato, e discrezione assicurata.

L'immagine viene anche messa gratuitmente a disposizione di chi ne volesse inserire una copia, o meglio un riferimento, all'interno del proprio sito, con l'aiuto di apposito box contenente il codice da copiare e incollare per rappresentare appunto l'immagine all'interno del proprio blog, o sito di news, in una versione di dimensioni appropriate, che risulta poi collegata all'originale reperibile sul sito.

In questo arcano contenitore, i dati sono suddivisi in tre colonne a seconda degli obiettivi finanziari che presumibilmente il gigante di Redmond, volevo dire Mountain View, si proponeva con l'acquisto: incrementare le proprie entrate, diminuire quelle dei concorrenti, o le due cose insieme. I dati sono abbastanza in linea con quanto si può leggere consultando altre fonti, come ad esempio la versione anglofona di Wikipedia, nella quale i dati si trovano in formato tabellare e indicano anche la nazionalità delle new entry e il progetto che si voleva portare avanti con l'acquisto, oltre a riportare un collegamento sitografico relativo a ciascuna operazione finanziaria.

Il vantaggio della presentazione visuale sta indubbiamente nell'immediatezza con la quale si possono interpretare i dati, meglio ancora dopo aver dato un'occhiata alla legenda che apre la mappa, organizzata come linea del tempo discendente, che parte dunque dalle acquisizioni più recenti, tra le quali risalta quella di ITA Software, e si chiude con affari di dimensioni più modeste, ma non per questo poco significative, come nel caso di Deja risalente all'ormai lontanissimo 2001.

Uno degli svantaggi di questa rappresentazione è costituito invece dalla necessità di aggiornare l'immagine abbastanza di frequente, dal momento che la voracità di Google sembra inarrestabile o quasi, e dunque già le ultime acquisizioni di fine agosto si possono trovare in Wikipedia, ma non (ancora) nell'immagine JPG di Scores.org.
Precedente: Forza bruta contro Intelligenza Artificiale
Successiva: Guida ai cavi e connettori: connettori SCSI (3/3)
Copyright Programmazione.it™ 1999-2014. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.187 secondi.