Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicità Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
Automatizzare i processi con Microsoft Web Farm Framework
Scritto da Luca Domenichini il 07-10-2010 ore 09:06
L'uscita dell'estensione per IIS 7 Web Farm Framework (WFF) 2.0 (versione beta) impegna Microsoft nello sviluppo di uno strumento gratuito per facilitare la configurazione di un elevato numero di server, risparmiando all'amministratore task ripetitivi e l'applicazione manuale di script, spesso causa di errori.

Attività come l'installazione di base, la configurazione dei moduli, quella dei siti e degli Application Pool, il settaggio dei certificati SSL, saranno svolte con maggiori garanzie se effettuate una volta sola, a mente lucida e con un'interfaccia di lavoro chiara e documentata.

L'utilizzo di WFF 2.0 permette proprio questo: mettere in funzione server multipli in contemporanea, installare risorse al loro interno e monitorare nel contempo lo stato di funzionamento di tutte le macchine in azione. Per le grandi aziende, questa nuova modalità di gestione significa una sensibile riduzione dei costi e un miglioramento dell'efficienza (minor spreco di tempo e maggiore incisività delle operazioni su larga scala).

WFF 2.0 gestisce le unità mediante la creazione di gruppi omogenei, e di procedure personalizzate, che vengono messe in atto con un singolo processo conclusivo. Lo sfruttamento dei carichi è gestito mediante integrazione con l'Application Request Routing (ARR) o con prodotti di load-balancing forniti da terze parti.

Il Platform Provisioning è disponibile sia tramite Web Platform Installer che Web Deploy ed è tutelato dall'applicazione di policy di sicurezza. Ogni attività è infine tracciata in dettagliati log.

Insieme all'estensione (della dimensione di 1 MB e installabile come WebPI, x86 o x64), vengono forniti numerosi componenti utili in ogni ambito di lavoro, locale o remoto: una Web Farm Framework API per i programmatori che vogliono creare provider aggiuntivi e i cmdlets per Windows Powershell. Per i geek meno musoni e solitari, è messo a disposizione un utile forum e un edificante articolo di Scott Guthrie.
Precedente: Implementare in C++ i Concepts del nuovo standard C++0x
Successiva: Gestire le sessioni in ASP.NET
Copyright Programmazione.it™ 1999-2014. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.188 secondi.