Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicit� Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
La TV digitale terrestre: principi teorici (10/10)
Scritto da Massimo Mazza il 08-10-2012 ore 15:47
Grazie alle possibilit offerte dal sistema che abbiamo esaminato fin qui, facile capire come possano essere inviati simultaneamente pi contenuti sulla stessa frequenza di trasmissione. Come era gi stato detto in precedenza, gli stream video MPEG-2 venivano raggruppati e convertiti nel cosiddetto transport stream.

Ad esempio, supponiamo di avere 4 differenti programmi televisivi, ciascuno composto dallo stream video vero e proprio, il suo stream audio e le informazioni supplementari multimediali per consentire l'interazione da parte dell'utente finale (ad esempio il televideo). Questi quattro differenti programmi con i contenuti associati, vengono multiplexati in modo da ottenere il transport stream finale, che verr successivamente elaborato fino alla sua destinazione finale, ovvero l'antenna trasmittente:

kdtNu.jpg

Come si vede, il sistema della TV digitale (terrestre o satellitare che sia) decisamente complesso, anche se per l'utente il risultato finale una brillante resa visiva e un'eccellente interattivit e capacit di adattamento alle varie condizioni di trasmissione e ricezione che possono verificarsi.

Il problema, come molti avranno iniziato a capire, che non vi nessun punto di contatto con le vecchie trasmissioni TV analogiche a cui siamo stati abituati da oltre 50 anni. Ma di ci tratteremo in seguito e avremo modo di riassumere, oltre ai vantaggi, anche i problemi che tale diffusione di questo nuovo sistema televisivo sta ponendo e porr nel prossimo futuro.
Precedente: TypeScript, JavaScript secondo Microsoft
Successiva: Fare fortuna sugli errori altrui
Copyright Programmazione.it™ 1999-2017. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.12 secondi.