Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicità Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
WatiN e il web application testing in .NET
Scritto da Luca Domenichini il 11-11-2011 ore 09:43
The Parallel Universe
Nell'ambito dei software di testing per le applicazioni web, voglio ricordare il progetto WatiN, una libreria .NET che permette di interagire, tramite interfaccia COM, con Internet Explorer e, tramite l'estensione JSSh (JavaScript Shell Server), con Mozilla Firefox.

WatiN nasce da un'idea dell'olandese Jeroen van Menen nel dicembre del 2005 come evoluzione open source (sotto Apache License 2.0) della versione commerciale (per Ruby) WatiR.

WatiN, uscito nella versione 2.1 il 12 aprile scorso, permette quindi di interagire e automatizzare le funzionalità del browser preferito quando si utilizzano linguaggi del framework .NET, magari integrandone le funzioni con prodotti come NUnit, MBUnit, MSTest, TestDriven.Net, Fitnesse o SharpDevelop.

La libreria può essere scaricata da SourceForge.net, oppure installata direttamente in Visual Studio tramite NuGet. La documentazione risulta aggiornata e ben fatta. Grazie alla maturità raggiunta dal prodotto, anche un programmatore alle prime armi è in grado di utilizzare facilmente WatiN. L'esempio comune è quello di effettuare in modo automatico una ricerca su Google:
  1. [Test] 
  2. public void SearchForWatiNOnGoogle()
  3. {
  4.   using (var browser = new IE("http://www.google.com"))
  5.   {
  6.     browser.TextField(Find.ByName("q")).TypeText("WatiN");
  7.     browser.Button(Find.ByName("btnG")).Click();
  8.  
  9.     Assert.IsTrue(browser.ContainsText("WatiN"));
  10.   }
  11. }

Consiglio inoltre di abbinarne l'uso con HttpWatch (sniffer per IE e Firefox), allo scopo di registrare il traffico HTTP e verificare le performance realizzate dall'attività di uno script di test automatizzato, salvandole poi facilmente in un file esterno di log, come esemplificato su HttpWatch Blog.
Precedente: Adobe abbandona Flash Player per i dispositivi mobili
Successiva: Artifactory 2.4 supporta i repository YUM e P2
Copyright Programmazione.it™ 1999-2014. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.196 secondi.