Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicità Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
La Top 20 dei CMS open source più popolari
Scritto da Francesco Argese il 30-11-2011 ore 10:41
Parallel Studio XE
La service digital agency water&stone ha pubblicato i risultati del quarto studio annuale sui Content Management System open source più popolari. Secondo quanto riportato nel documento pubblicato, WordPress guida la classifica accanto a Joomla! e Drupal, che dominano il mercato.

Il report prende in considerazione 35 CMS, dai quali se ne ricava una classifica dei soli 20 più popolari valutando il market share e la forza del brand. Lo studio si concentra sull'identificazione dei leader di mercato, sia in termini di tasso di adozione sia in termini di mindshare.

Oltre a identificare i leader del mercato, il report rileva altri trend dell'anno in corso nei CMS open source: DotNetNuke guida la classifica dei CMS .NET, con Umbraco che segue da vicino; Liferay e Alfresco si contendono lo scettro tra i CMS Java; Concrete5 risulta il CMS che è cresciuto maggiormente nell'ultimo periodo, mentre e107, Movable Type, TextPattern e Xoops rischiano di lasciare la Top 20 nel prossimo futuro.

Per giungere a questi risultati lo studio prende in esame per ogni CMS diversi parametri, tra cui il numero di download, il numero di installazioni, i servizi di supporto di terze parti e i libri disponibili. Un altro criterio cui viene assegnata molta importanza è la forza del brand, legata alla visibilità sui motori di ricerca, alla popolarità del sito del progetto e alla presenza sui social network. Per ulteriori informazioni sul report si consiglia la consultazione del paper ufficiale in PDF.
Precedente: Zuse, il calcolatore e la guerra
Successiva: Codermetrics: Analytics for Improving Software Teams
Copyright Programmazione.it™ 1999-2014. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.186 secondi.