Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicit� Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
Java 7 Guida allo sviluppo
Recensito da Davide Panceri il 30-05-2012 ore 07:21
Copertina ISBN: 9788866040774
Autori: Dario Guadagno
Editore: FAG
Lingua: Italiano
Anno: 2012
Pagine: 268
Allegati: Nessuno
La collana DigitalLifeStyle delle Edizioni FAG si arricchisce di questa guida scritta da Dario Guadagno per chi vuole iniziare la programmazione Java utilizzando in particolare l'attuale ultima edizione del JDK, e preferibilmente NetBeans come ambiente di sviluppo.

Il manuale costituisce a mio avviso un buon punto di partenza per chi vuole avere un quadro generale di conoscenze all'interno del quale muoversi con una certa sicurezza, ricorrendo alla pratica per raggiungere questo obiettivo; nel corso dei dieci capitoli proposta una applicazione di esempio, che viene a mano a mano aggiornata e migliorata.

Dopo una rapidissima introduzione (due facciate), nella quale viene indicato anche il collegamento al sito del libro, dal quale si pu scaricare il codice sorgente degli esempi proposti, si parte nel primo capitolo con la cassetta degli attrezzi, ovvero l'installazione degli strumenti di sviluppo o SDK Java, e di NetBeans. L'ultima sezione del capitolo spiega come realizzare la prima classica aplicazione Hello World con l'IDE appena installato.

Il secondo capitolo introduce i concetti principali della programmazione a oggetti tramite semplici esempi presi dal mondo reale, che poi vengono applicati alla progettazione dell'esempio guida di questo testo, il traduttore dall'italiano all'inglese e viceversa. Ovviamente queste tematiche necessitano di ulteriori approfondimenti, e soprattutto di essere messe in pratica con l'esperienza a partire proprio dalla lettura attiva del testo.

Nel terzo capitolo, dedicato alle basi del linguaggio, si parla dei tipi di dati predefiniti e composti, degli operatori, del controllo di flusso, delle classi e relativi livelli di visibilit, e delle interfacce. Gli argomenti vengono introdotti e ben spiegati, anche se il livello di approfondimento delle ventidue pagine che formano il capitolo non pu essere elevatissimo. Per quanto riguarda la pratica, nell'ultima sezione del capitolo vengono create due classi Java per la definizione delle voci presenti nel traduttore e del vocabolario che le contiene.

Il quarto capitolo dedicato all'interfaccia grafica di Java, ed espone il funzionamento di AWT e Swing proponendo esempi semplici. L'applicazione pratica costituita dalla creazione dell'interfaccia grafica per programma di traduzione, che prender vita nel seguito del testo a partire dal quinto capitolo. Qui vengono introdotti alcuni argomenti importanti e non banali come la programmazione concorrente, gli eventi e la gestione degli errori. L'applicazione di esempio al termine di questo capitolo completa e praticamente pronta per partire, e se ne potrebbe effettuare la distribuzione andando a prelevare dalla cartella dist del progetto il file JAR, dopo aver eventualmente aggiunto file necessari come quelli delle immagini di avvio.

Il capitolo sesto somiglia un poco a un tuffo nel passato, dal momento che si occupa di applet: si tratta delle applicazioni eseguite nel browser, che hanno contribuito molto alla diffusione di Java negli anni Novanta, ma furono poi abbandonate, o quasi, cedendo il passo ad altre tecnologie pi leggere. La parte pratica del capitolo prevede appunto la trasformazione del programma appena rilasciato in applet modificando la View e lasciando invece invariati i componenti Model e Controller dell'applicazione.

Il settimo capitolo dedicato alla grafica 3D e ai controlli avanzati, che permettono, tra le altre cose, l'esecuzione di file multimediali. L'esercitazione pratica relativa a questo capitolo riprende l'applet realizzata nel capitolo precedente aggiungendo un effetto sonoro all'uso dei pulsanti di traduzione.

Con il capitolo otto si apre una finestra sul mondo delle applicazioni web, che comincia con un cenno ultraveloce ai linguaggi per il browser e prosegue adeguando l'ambiente di sviluppo alle nuove funzionalit richieste. Gli esempi del libro vengono eseguiti all'interno di NetBeans utilizzando Tomcat come servlet container. Al termine del capitolo il programma traduttore viene riproposto come web application.

Il nono capitolo dedicato in generale alla persistenza dei dati, che si pu realizzare in almeno due modi: si comincia usando la classe File per l'accesso alle risorse del sistema, e si conclude con l'uso di un database, nello specifico MySQL. Le spiegazioni pratiche abbondano e riguardano sia l'uso delle classi Java, sia il download e la configurazione di MySQL e phpMyAdmin, o magari di XAMPP, e del database embedded Derby. La modifica all'applicazione che conclude questo capitolo riguarda il caricamento da database delle voci del vocabolario.

Il decimo capitolo, che conclude il libro, si concentra sul futuro di Java, espone in poche pagine le principali novit della versione 7 della piattaforma e poi anticipa sinteticamente alcune delle aspettative relative alla prossima versione, la otto, come ad esempio il supporto per le espressioni lambda o un migliore supporto per il multicore.
proIntroduzione di tutto rispetto anche se piuttosto sintetica, che spazia dalla programmazione desktop a quella di rete passando per le applet.
controA parte un dubbio sulle applet, forse sarebbe utile approfondire gli aspetti legati alle specificit di Java 7 rispetto alle precedenti versioni.
Precedente: Gamers at Work
Successiva: La TV digitale terrestre: principi basilari della TV analogica (1/2)
Intervento di Antonello Mangone a.k.a. theant72 del 02-06-2012 ore 20:36, Buccinasco (MI)
Plebeo
Plebeo
(2 interventi)
Iscritto il 26-09-2006
Distribuito dalle edizioni master su io programmo in due parti, nella prima dalla fine di pagina 41 il libro salta di palo in frasca prendendo in considerazione un argomento tagliato.
Nel sommario i punti vengono indicati come se fossero i capitoli e nell'indicazione dei capitoli passiamo dal capitolo 3 al 5 come se mancasse il 4 anche se gli argomenti elencati ci sono tutti.
Prodotto confezionato decisamente male, molto male.
Intervento di Luigi Z a.k.a. ciupaz del 05-06-2012 ore 10:39, Milano (MI)
Cavaliere
Cavaliere

(162 interventi)
Iscritto il 20-07-2001
Non so come sia la versione "rivisitata" dalle Edizioni Master, ma la copia originale FAG che ho io non presenta tutti questi problemi. Probabilmente sono incongruenze verificatesi nella loro edizione.
Intervento di Davide Panceri a.k.a. davidepanceri del 05-06-2012 ore 13:19, Milano (MI)
Barone
Barone
(232 interventi)
Iscritto il 13-09-2004
anche se la differenza di prezzo sensibile ci vorrebbe forse pi cura per questo tipo di edizioni
ciupaz ha scritto:
Non so come sia la versione "rivisitata" dalle Edizioni Master, ma la copia originale FAG che ho io non presenta tutti questi problemi. Probabilmente sono incongruenze verificatesi nella loro edizione.
Intervento di Antonello Mangone a.k.a. theant72 del 06-06-2012 ore 23:18, Buccinasco (MI)
Plebeo
Plebeo
(2 interventi)
Iscritto il 26-09-2006
davidepanceri ha scritto:
anche se la differenza di prezzo sensibile ci vorrebbe forse pi cura per questo tipo di edizioni
ciupaz ha scritto:
Non so come sia la versione "rivisitata" dalle Edizioni Master, ma la copia originale FAG che ho io non presenta tutti questi problemi. Probabilmente sono incongruenze verificatesi nella loro edizione.

La differenza di prezzo, secondo me c'entra poco. Penso che i motivi per cui un libro venga incluso in una rivista che ha molta visibilit siano i numeri di vendita non soddisfacenti e quindi si cerca di recuperare un po' di terreno, ma questa semplicemente una mia ipotesi personale. Tuttavia ci non toglie che hai ragione ... "ci vorrebbe forse pi cura per questo tipo di edizioni"
Copyright Programmazione.it™ 1999-2017. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.182 secondi.