Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicità Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
PhpStorm 5 e l'Early Access Program della versione 6
Scritto da Filippo Fadda il 19-12-2012 ore 19:36
Seminario Intel
Programmazione.it, non è certo un segreto, è scritto in PHP. Quando ancora non esisteva un IDE per PHP, ero solito scrivere gli script con Multi-Edit, a mio avviso uno dei migliori editor, che ho utilizzato sin dai tempi del DOS.
Poi è arrivato l'ottimo NuSphere PhpED e per un paio d'anni ho lavorato con quello. Il problema è che PhpED, essendo scritto in Delphi, gira esclusivamente sotto Windows e pertanto, avendo io un Mac Pro, sarei costretto ad usare una virtual machine, cosa che in effetti, per un po' di tempo, ho fatto.

Sin quando è arrivato, finalmente, PhpStorm. Trattasi di un ambiente di sviluppo per PHP multi-piattaforma, scritto in Java e disponibile per Windows, Linux e Mac OS X. PhpStorm è costruito sulla tecnologia IntelliJ IDEA, sviluppata da JetBrains, una software house con base in Repubblica Ceca. In pratica è una versione di IntelliJ specifica per PHP. Dal rilascio dell'ultima versione, la quinta, avvenuto a settembre di quest'anno, sono passati neppure tre mesi ed è già disponibile la Early Access Program (EAP) della sesta release.

Vediamo nel dettaglio alcune delle funzionalità introdotte con PhpStorm 5 e quali sono invece le novità della 6, già disponibile attraverso l'EAP.

Nella versione 5 di PhpStorm è stato aggiunta un'interessante opzione che permette di verificare se il nostro codice è conforme rispetto ad uno tra i diversi standard selezionabili. Ad esempio, se stiamo scrivendo un'estensione per Drupal, probabilmente vorremo seguire lo standard adottato dalla community che sviluppa Drupal, se abbiamo intenzione di creare un plugin per Symfony2 vorremo seguire i dettami di Fabien Potencier, il suo autore, oppure ancora, più in generale vorremo adottare PSR-1 e PSR-2. PhpStorm si preoccuperà di verificare per noi, che codice e commenti siano conformi allo standard prescelto e quindi segnalerà se la graffa di apertura di un metodo debba seguire il nome del metodo o andare a capo e così via.

0o9sd.png


Sempre con riferimento alla qualità del codice, PhpStorm 5 è in grado di segnalare violazioni nell'uso dell'ereditarietà, conversioni di stringhe senza l'utilizzo del metodo __toStrint(), nonché la presenza di metodi privati e proprietà inutilizzati.

d9OYk.png


Come si evince dalla seguente immagine, è stato aggiunto il supporto per i pacchetti phar, più o meno quello che in Java sono i jar.

o9mzR.png


Piuttosto utile è la capacità che ha l'editor di risolvere i riferimenti alle callback, quando si chiamano le funzioni attraverso call_user_func('nome_funzione'), passando il nome della callback come stringa. PhpStorm si spinge oltre: non soltanto risolve i riferimenti alle callback, ma permette anche di eseguirne il refactoring.

jx7o1.png


PhpStorm 5 ha un nuovo type inference engine, che si traduce in un netto miglioramento del supporto per la navigazione ed il completamento del codice.

1bzJg.png


Infine è stato aggiunto, per coloro che usano Symfony2 o Yii, una nuova MCV view.

5enPE.png


Bisogna inoltre menzionare il pieno supporto per PHP 5.4, ivi compresi i trait, e la capacità di riconoscere (a volte con qualche eccezione), l'accesso a variabili di classe private attraverso i magic method. Insomma, in linea generale un bel passo avanti.

Vediamo invece che cosa offre l'EAP di PhpStorm 6. Intanto la possibilità di selezionare un nuovo tema grafico decisamente dark, che i ragazzi di JetBrains hanno chiamato Darcula (non è un refuso, si chiama proprio così), di cui vediamo un'istantanea qui sotto.

xHEeF.png


Ecco una lista dei cambiamenti che si porta dietro PhpStorm 6, che è ancora in lavorazione, seppur già disponibile attraverso l'EAP:
  • code folding nei template Twig per blocchi e strutture di controllo;
  • supporto per Textmate incluso;
  • generazione automatica della clausola di inclusione use nel completamento dei nomi delle classi;
  • aggiunto il supporto per TypeScript.
Se volete saperne di più seguite il blog e leggete le note dei rilasci.

Buon PHP a tutti. :-)
Precedente: Il bisogno di innovazione nella gestione degli errori
Successiva: Griglie conformi ai formati standard definiti dall'IAB
Intervento di Francesco Casula a.k.a. tomclancy del 21-12-2012 ore 15:16, Roma (RM)
Plebeo
Plebeo

(2 interventi)
Iscritto il 18-12-2012
Fino a stamattina stava in sconto "maya" per l'occasione "fine del mondo" e sono riuscito ad acquistarlo a 28€ contro i 112€ del prezzo pieno.
Un vero affare, inoltre stava per scadermi la trial :-)

Comunque ritengo sia la migliore IDE per PHP.
Intervento di markux del 24-12-2012 ore 17:18
Plebeo
Plebeo
(30 interventi)
Iscritto il 07-12-2005
confermo! miglior IDE per PHP: veloce e completo!
Accoppiato con Sublimetext2 hai veramente tutto!!

PS: per i temi dark io mi trovo bene con tubster http://phpstorm-themes.com/theme/tubster/
Copyright Programmazione.it™ 1999-2014. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.209 secondi.