Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicit� Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
La ricerca per l'argomento «Corsi per Principianti» ha prodotto 1458 risultati, per un totale di 146 pagine.
Arc.:  Ord. per:  Direz.:  Ris. pag.:  
Pagine:  1  2  3  4  5  »  Successive
Guida ai cavi e connettori: HP GSC bus
Scritto da Luca Domenichini il 17-10-2011 ore 09:20
Il bus General System Connect (GSC) un bus primario di sistema e di I/O in uso sulle workstation e i server HP 9000 a 32 bit nella met degli anni '90 del secolo scorso. Il bus fa parte dell'hardware sviluppato da Hewlett Packard per le proprie macchine PA-RISC e i principali componenti VLSI. Altri significati dell'acronimo GSC includono "Gecko System Connect" (dove Gecko il nome in codice della workstation 712) e "Gonzo System Connect". GSC prevede canali di comunicazione con ampiezza 32...(continua)
Guida ai cavi e connettori: PXI (2/2)
Scritto da Luca Domenichini il 03-10-2011 ore 10:40
La connettivit dei moduli supportata da un system reference clock da 10 MHz, dal PXI trigger bus e da uno Star trigger bus. In pi, i singoli slot sono collegati tra loro da un bus locale utile a fornire elevate e precise informazioni riguardo sincronizzazione, timing e comunicazioni addizionali. A dare ridondanza e maggiore affidabilit, protezione dai rumori e pi elevate frequenze di tramissione al sistema ci pensa un secondo system clock, di tipo differenziale, tarato a 100 MHz.
[img]...
(continua)
Linee guida per la progettazione di test case: testing di software object-oriented (5/5)
Scritto da Francesco Carotenuto il 03-10-2011 ore 10:11
Concludiamo questa parte dedicata alle linee guida per la progettazione del testing di software OO, focalizzandoci su alcune caratteristiche della programmazione orientata agli oggetti: l'ereditariet e il polimorfismo, che possono creare problemi nella realizzazione di un piano di testing. Nelle relazioni di ereditariet alcuni metodi restano invariati nella sottoclasse, mentre altri sono ridefiniti o nuovi. Prendiamo ad esempio le classi Figura e Cerchio, che hanno il seguente codice:
  1. public...
(continua)
Visual Analyzer, guida introduttiva all'uso (7/20)
Scritto da Massimo Mazza il 03-10-2011 ore 09:39
La cosa pi ovvia da fare per impratichirsi con VA senz'altro quella di divertirsi con il Waveform Generator: avrete cos modo di sbizzarrirvi nell'esaminare tutte le variet di forme d'onda che pu generare, e contemporaneamente prendere confidenza con i comandi dell'oscilloscopio. Volendo, si potrebbe trattare anche in contemporanea l'utilizzo dell'Analizzatore di Spettro, perch, ricordo, esso e l'oscilloscopio sono gli unici due task sempre e comunque in esecuzione all'interno del...(continua)
Guida ai cavi e connettori: PXI (1/2)
Scritto da Luca Domenichini il 30-09-2011 ore 11:09
Le specifiche PCI eXtensions for Intrumentation (PXI) sono state elaborate da National Instruments nel 1997, allo scopo di definire una piattaforma aperta per lo sviluppo di sistemi d'automazione, test e misura. Le fondamenta di PXI poggiano, per quanto riguarda le tramissioni, sul bus Peripheral Component Interconnect (PCI); dal punto di vista meccanico lo standard utilizzato il CompactPCI, modello industriale basato su Eurocard e che racchiude diverse tecnologie accentrate attorno al...(continua)
Visual Analyzer, guida introduttiva all'uso (6/20)
Scritto da Massimo Mazza il 30-09-2011 ore 10:50
Giunti a questo punto finalmente tempo di imparare a usare Visula Analyzer, a partire appunto dalla sua sezione pi visibile e chiaccherata, ovvero l'oscilloscopio. Per chi non avesse mai fatto uso di tale strumento, consigliabile iniziare a costruirsi un background teorico e perci il Web ovviamente si rivela utilissimo. Risorse sui rudimenti teorici e pratici sull'utilizzo dell'oscilloscopio ve ne sono tantissimi, io vi suggerisco: "Come usare l'oscilloscopio" e "L'oscilloscopio, come...(continua)
Visual Analyzer, guida introduttiva all'uso (5/20)
Scritto da Massimo Mazza il 26-09-2011 ore 10:34
Utilizzando il loopback interno alla scheda dovreste essere riusciti, con ragionevole certezza, a ottenere qualcosa di visibile, magari verificando controlli e impostazioni e, soprattutto, ricordandovi di attivare l'oscilloscopio vero e proprio tramite l'opportuno pulsante nella finestra principale, altrimenti non vedrete mai nulla. Se invece avete utilizzato il cavetto da voi realizzato per effettuare il loopback esterno, tutta la procedura di impostazione elencata in precedenza resta...(continua)
Linee guida per la progettazione di test case: testing di software object-oriented (4/5)
Scritto da Francesco Carotenuto il 26-09-2011 ore 08:17
Questo articolo sar dedicato prettamente alle problematiche relative al test d'integrazione del software OO. Il software OO spesso composto da molteplici classi tutte dipendenti tra loro, e questo comporta problemi con alcune tecniche di integrazioni, come il Big Bang, che infatti mal si adatta al modello OO. Risultano invece pi fattibili le tecniche basate sul top-down e il bottom-up, dato che esse prevedono l'utilizzo di un qualche tipo di dipendenza. Per esempio, possiamo definire la...(continua)
Visual Analyzer, guida introduttiva all'uso (4/20)
Scritto da Massimo Mazza il 23-09-2011 ore 08:34
A questo punto siamo a met dell'opera. Occorre ora controllare le impostazioni principali e quelle dell'oscilloscopio, almeno per mettersi al riparo da brutte sorprese ed evitare che una volta avviato Visual Analyzer, vi appaia... il nulla e cominciate a perdervi fra comandi e opzioni cercando di capire dove l'inghippo. Esaurita la sezione Device, cliccate sul tab Main e controllate molto velocemente le impostazioni evidenziate in rosso:
[img]...
(continua)
Visual Analyzer, guida introduttiva all'uso (3/20)
Scritto da Massimo Mazza il 21-09-2011 ore 11:39
Il loopback, oltrech con un cavetto che colleghi l'uscita della scheda audio all'ingresso LINE, pu essere effettuato anche senza tale collegamento fisico esterno. Come molti forse (non) sanno, nel Mixer di Windows esistono due configurazioni: una per le uscite e una per gli ingressi. Per questi ultimi, esiste, tra le altre cose, una opzione che si chiama Stereo Mixer e che effettua proprio ci che ci interessa: il segnale proveniente dal convertitore D/A interno della scheda, oltre che essere...(continua)
Pagine:  1  2  3  4  5  »  Successive
Copyright Programmazione.it™ 1999-2017. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.283 secondi.